lunedì 30 gennaio 2017

Strage Quebec City, si va verso la 'deislamizzazione' dell'attentato

L'immediata solidarietà senza alcuna remora di Justin Trudeau (e di tutte le istituzioni locali e nazionali) al mondo musulmano, il puntare in maniera molto forte sul terrorista dal nome canadese (Alexandre Bissonnette), ignorando quello dal nome arabo (Mohammed Khadir), fino ad arrivare a qualche sito dove si parlerebbe di 'un solo terrorista', mentre l'altro sarebbe sentito addirittura in chiave di testimone, come sostiene con un tweet, citando fonti della polizia quebecchese, la giornalista Valérie Gaudreau: "Now only one suspect in #Quebec Mosque shooting. Alexandre Bissonnette. Mohammed Khadir not a suspect".
La sensazione è che si cerchi di andare verso una 'deislamizzazione' della strage di Quebec City, guarda caso proprio mentre qualcuno in Canada lancia l'idea di una legge liberticida contro l'islamofobia e mentre monta la protesta dei poteri globalisti contro il 'ban' di Donald Trump contro il mondo arabo. Solo un caso?

Nessun commento:

Posta un commento