venerdì 23 febbraio 2018

Trudeau incontra il premier indiano, ma resta l'imbarazzo

Justin Trudeau e Narendra Modi
Incontro a Nuova Delhi fra il primo ministro indiano Narendra Modi e il collega canadese Justin Trudeau. I due si sono salutati con un caloroso abbraccio, mostrando di voler rapidamente archiviare l'incidente che ha riguardato l'invito a un ricevimento ieri nell'ambasciata del Canada di Jaspal Atwal, un sikh condannato per il tentato omicidio nel 1986 di un ministro indiano.
Trudeau, accompagnato dalla moglie e dai tre figli, è in India da cinque giorni, e soltanto adesso ha cominciato la parte ufficiale della sua visita con un incontro ufficiale con Modi, per discutere temi bilaterali riguardanti commercio, difesa, cooperazione per il nucleare civile, spazio, lotta ai mutamenti climatici e istruzione.
Lo stesso Trudeau aveva condannato l'inclusione nella sua delegazione e l'invito al ricevimento in suo onore nella capitale indiana di Atwal, che in gioventù era stato leader del movimento nazionalista sikh impegnato nella costituzione del Khalistan, uno Stato che dovrebbe nascere nelle terre del Punjab, oggi divise fra Pakistan e India. L'invito ad Atwal era stato poi revocato in fretta e furia. Fonti giornalistiche indiane hanno comunque ricordato che Trudeau ha partecipato lo scorso anno a una manifestazione a Toronto dell'ala più radicale pro-Khalistan dei sikh residenti in Canada. (fonte: ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento