venerdì 27 aprile 2018

Massacro di Toronto, Minassian nuovo eroe degli 'incel'

Il massacro di Toronto, avvenuto per mano di Alek Minassian ,studente di origine armena che si era autoproclamato 'incel', ha aperto un mondo, quello che, nell'ambito del web, vede protagonista questa nuova dimensione di maschi, gli 'incel' (Involuntary Celibates). In un articolo dell'agenzia AGI, questa categoria viene definita come "un movimento di disadattati che non riescono ad avere una relazione ma spesso nemmeno a perdere la verginità. E che accumula frustrazioni fino a trasformarle in violenza cieca".
L'apertura del Vaso di Pandora sulla vita degli 'incel' ha scatenato fastidio e ulteriore risentimento da parte di questi ultimi che, nel mondo 'social', hanno scatenato una valanga di reazioni dure nei confronti dei media e del loro dito puntato, fino all'esaltazione dello stesso Minassian, considerato da alcuni addirittura un eroe, da altri un santo, ponendolo da questi giorni a fianco di Elliot Rodger che, nel 2014, in California, uccise sei persone e poi si suicidò.
Lo stesso Minassian, prima della strage, aveva pubblicato un messaggio in cui aveva scritto cose come «La ribellione degli incel è già cominciata» e "Sconfiggeremo tutti i Chads e le Stacys! Lunga vita al supremo gentleman Elliot Rodger". Stacys e Chads – dai due nomi inglesi Stacy e Chad – sono due termini con cui gli incel chiamano le donne che non vogliono avere rapporti sessuali con loro e gli uomini che invece hanno normali rapporti con le donne.

Nessun commento:

Posta un commento