lunedì 1 gennaio 2018

Capodanno Canada: il discorso di Trudeau, la solita minestra

Il discorso completo di Justin Trudeau
Justin Trudeau, primo ministro del Canada, ha parlato alla nazione con un discorso che ricalca quelli già sentiti da parte del 'fotomodello' della politica occidentale, come nel caso del recente discorso natalizio.
Un richiamo ai 150 anni di storia della nazione canadese appena trascorsi, il desiderio di ribadire la voglia di inclusione ed eguaglianza che contraddistinguerebbe i canadesi e la loro storia.
Per Trudeau i 150 anni del Canada sono la prova di come popoli di origini, culture e fedi diverse siano riusciti a creare quello che il Canada è oggi. Una frase forse un po' avventata, anche perché, a dispetto del preteso multiculturalismo tanto sbandierato, che effettivamente si può ritrovare nelle città principali del Paese, nel 2011, secondo Wikipedia, della popolazione nata nel Canada (84% del totale che ammonta nel 2011 a 33.476.688 unità), poco più della metà (circa 17 milioni) è di origini britanniche, il 34% è di origini francesi (11,5 milioni). Insomma, l'eguaglianza dal punto di vista del concorso razziale allo sviluppo della nazione parrebbe esistere solo, in maniera ingiustificata, nello staff di Trudeau.

Nessun commento:

Posta un commento