sabato 13 gennaio 2018

Bitcoin, il pollo fritto di KFC si compra in criptovaluta

Il pollo fritto di Kentucky Fried Chicken si può comprare anche in bitcoin. E' un'opzione disponibile solo in Canada e per un periodo limitato.
La scelta, più che una reale apertura alle criptovalute, è un'iniziativa di marketing, che però testimonia quanto i bitcoin siano diventati un argomento popolare. I clienti non possono presentarsi al bancone per pagare con la criptovaluta, ma possono farlo solo online: la transazione passa attraverso BitPay ed è disponibile per un solo prodotto, il "Bitcoin Bucket". Una confezione che costa 20 dollari canadesi, cui se ne aggiungono 5 per la consegna a domicilio.
Ma come fa KFC a calcolare il cambio, vista la volatilità di bitcoin? In modo piuttosto artigianale: sulla propria pagina Facebook, il marchio ha creato un contatore che segnala, in tempo reale, le fluttuazioni del valore del secchio. Cioè a quanti bitcoin equivalgono 20 dollari canadesi (nel secondo in cui queste righe sono state scritte 0,00104 bitcoin). Con una proposta speciale per il creatore della criptovaluta: "Se Satoshi rivela la sua identità - ha scritto su Twitter KFC Canada - il suo secchio lo offriamo noi". (fonte: AGI)

Nessun commento:

Posta un commento