domenica 1 ottobre 2017

Immigrazione senza freni, 32mila clandestini in Canada nel 2017

L'immigrazione senza freni ora comincia a dare fastidio anche ai canadesi. E pensare che il governo di Justin Trudeau, che pure viene ritenuto dai più 'aperto' e condiscendente verso gli stranieri, è a sua volta molto più restrittivo nei confronti di chi arriva da fuori rispetto a quello italiano, ponendo regole da noi ignote.
A creare problemi ai confini del Canada però i tanti clandestini provenienti dagli Stati Uniti, aumentati in maniera considerevole dopo la salita di Donald Trump allo scranno presidenziale. Mentre il numero di attraversamenti giornalieri è leggermente diminuito, la crisi non è finita. Ed è divenuto chiaro a tutti che il governo di Trudeau non ha alcuna strategia per fermare il flusso continuo di migranti clandestini.
Durante una conferenza stampa svoltasi alla commissione di sicurezza della House of Commons è stato rivelato che finora, in questo 2017, sono stati ben 32mila i clandestini entrati sul suolo canadese. Numeri che hanno sconvolto il pubblico nordamericano. pubblica della Camera ha scoperto che 32.000 migranti sono entrati illegalmente in Canada finora quest'anno. E i funzionari federali hanno ammesso che i dati dei primi otto mesi del 2017 sono già del 25% più alti del totale di quelli relativi all'anno scorso.
Il principale 'buco' posto al confine canadese rimane quello non controllato vicino a Champlain, New York, circa 50 chilometri a sud di Montreal. Oltre 13mila sarebbero i clandestini transitati da questo punto. E la risposta del governo di Trudeau quale è stata? Invece di respingere i clandestini, ha costruito un centro di accoglienza improvvisato, con tende, banchi, alloggi temporanei e anche autobus navetta a Montreal, vera e propria 'città santuario', con tanto di buoni gratuiti per tutti gli immigrati illegali. In poche parole una vera e propria incitazione a delinquere.
In un fondo pubblicato dal Sun, Candice Malcolm definisce questo un vero e proprio balletto, una danza del ventre esibita all'ingresso di un albergo, un comitato di accoglienza in luogo di quella che dovrebbe essere un'esibizione di forza e di ordine nei confronti di quelli che non possono che essere definiti se non come criminali.
Nel frattempo, ogni migrante illegale riceve ogni anno benefici e aiuti medici del valore di 20mila dollari. Tutto questo mentre il governo di Trudeau, come ogni governo che basi il proprio (temporaneo) consenso sul welfare, ha alzato, e di molto, le tasse.

Nessun commento:

Posta un commento